navigation

PRO-Q E LA GESTIONE DEGLI APPALTI NEI SETTORI SPECIALI: IL CASO DEL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

17 novembre 2021

Pubbliche Amministrazioni E-Procurement Appalti

La piattaforma PRO-Q è pensata per rispondere alle esigenze delle stazioni appaltanti del settore pubblico e per aiutarle a operare in modo efficiente e razionale, contribuendo a una gestione ottimale delle risorse. I servizi di PRO-Q sono in grado di adattarsi alle necessità di Enti che operano sia nei settori ordinari che nei settori speciali, permettendo a ogni tipo di realtà di lavorare al meglio, approfittando di uno strumento software customizzato a partire dalle sue esigenze.

Le peculiarità dei “settori speciali” del Codice dei Contratti Pubblici

Il Codice dei Contratti Pubblici prevede che alcuni Enti o Imprese Pubbliche siano soggetti a una particolare disciplina di appalto, regolata dagli artt. 114-121 della parte II, titolo VI del Codice. Questi Enti operano nei cosiddetti “settori speciali”, che si differenziano da quelli ordinari perché si occupano della gestione di servizi di pubblica utilità, come ad esempio:

  • Acqua

  • Gas

  • Energia termica

  • Elettricità

  • Servizi di trasporto

  • Servizi postali

Questi servizi sono ritenuti, a livello europeo, “servizi di interesse economico generale” (SIEG) e sono quindi disciplinati in modo particolare, per due principali ragioni: da un lato si tratta di servizi “strategici” che richiedono di operare in modo semplificato e con limiti e soglie di spesa diversi rispetto a quanto previsto per i settori ordinari; dall’altro sono servizi spesso erogati da soggetti che formalmente sono privati, ma che nei fatti operano mantenendo un rapporto particolare con le Amministrazioni Pubbliche che affidano loro la gestione di specifiche attività essenziali per la vita della comunità.

Per queste ragioni, gli appalti che coinvolgono queste categorie vanno assegnati seguendo modalità operative particolari, e una piattaforma come PRO-Q di Venicecom è in grado di farlo, gestendo in modo automatico la distinzione tra le soglie di spesa previste per i settori speciali e per quelli ordinari e rimanendo sempre aggiornata, anche a fronte di eventuali variazioni della normativa.

PRO-Q e la gestione del Sistema di qualificazione

La piattaforma PRO-Q, inoltre, è dotata di strumenti concepiti nello specifico per i settori speciali, come quelli relativi al Sistema di qualificazione. Questo strumento, che può essere utilizzato solo nel caso di appalti relativi ai settori speciali, permette di creare liste di operatori economici qualificati, ovvero di soggetti in possesso dei requisiti necessari per ottenere appalti di lavori, prestazioni di servizi e forniture di beni nell’ambito dei settori speciali.

Grazie a PRO-Q le stazioni appaltanti possono gestire facilmente la fase di qualificazione delle imprese, creando un apposito bando di gara. Una volta che gli operatori economici in possesso dei requisiti richiesti dalla normativa hanno presentato la domanda e ottenuto la qualificazione, possono poi essere invitati – sempre tramite la piattaforma – a partecipare a tutte le procedure previste all’interno del sistema di qualificazione, approfittando della possibilità di suddividere la lista degli operatori qualificati in sottogruppi differenziati per classe di importo o tipologia di appalto.

PRO-Q per le aziende che operano nel settore del Trasporto Pubblico Locale

Come abbiamo visto, le società che forniscono servizi di trasporto pubblico (TPL) rientrano nella disciplina dei settori speciali, anche se la loro situazione è in parte differente rispetto a quella di altri fornitori di servizi, come ad esempio le società di distribuzione di energia elettrica o acqua. Nel caso del TPL, infatti, gli utenti possono usufruire di una lunga serie di servizi alternativi (trasporto con mezzi privati, taxi, servizi di car sharing…) in grado di rispondere alle loro necessità di mobilità, circostanza che incide sulle modalità di organizzazione delle società che forniscono il servizio di trasporto pubblico locale. Nonostante questa peculiarità, le società che si occupano di TPL devono comunque garantire l’erogazione del loro servizio a prescindere dall’andamento commerciale dell’attività, quindi rientrano a pieno titolo tra i servizi di interesse economico generale.

PRO-Q è in grado di inserirsi in questo panorama così particolare offrendo alle aziende attive nell’ambito del TPL uno strumento in grado di rispondere alle loro necessità: è quanto abbiamo fatto con un’importante società che gestisce il servizio di trasporto pubblico locale in varie località del Veneto. La società impiega oltre 600 dipendenti e trasporta circa 30 milioni di passeggeri l’anno, e si è rivolta a noi chiedendoci uno strumento in grado di aiutarla a gestire in modo ottimale la sua attività.

La piattaforma PRO-Q è stata identificata come soluzione software ideale per rispondere alle necessità di affidabilità, flessibilità e semplicità di utilizzo che la società aveva, ed è stata quindi scelta come strumento per la gestione dell’Albo Fornitori  e delle Gare. La società di trasporto, inoltre, ha scelto di affidarsi a PRO-Q anche per il servizio di verifiche fornitori ex-art. 80, per semplificare e automatizzare le attività di controllo sui fornitori previste dalla legge.

La soddisfazione della società, che ci ha recentemente rinnovato la sua fiducia, dimostra quanto le potenzialità di PRO-Q siano efficaci nell’ambito di un settore particolare come quello del TPL. La piattaforma, infatti, si è rivelata uno strumento estremamente efficace nel permettere alle realtà che forniscono servizi di trasporto di gestire in modo rapido, sicuro e trasparente i loro contratti.

Contattaci

Venicecom

Venicecom

Siamo un gruppo internazionale di consulenza e servizi IT, vicina alle persone e alle loro esigenze. Creiamo sinergie operando al fianco dei nostri Clienti, con passione e professionalità.

^